martedì 14 febbraio 2012

14 febbraio.

Sui social network che seguo, e sui quali la gente si e' scatenata fra innamorati cuoriciosi e singles incalliti, ho dedicato ai primi una canzone romantica e delicata, ai secondi nulla in particolare, se non la mia assoluta solidarietà e partecipazione...diciamocelo pure: agli innamorati dei rosicamenti dei singles non frega una cippa, a chi è da solo non per sua scelta questa festa distrugge il fegato, i singles autentici e convinti stanno a guardare divertiti il tutto e la stragrande maggioranza del mondo manco sa di questa immane stupidaggine che ci gabellano per tradizione.
Quindi?
Qundi nulla, il mio pensiero al popolo greco, la mia solidarietà a chi sta soffrendo per il freddo o le difficoltà economiche, un pensiero particolare alle persone in carcere...insomma, le solite cose di tutti i giorni..
Pero' un nome in particolare lo voglio scrivere: Giuseppe Gulotta, e se non sapete chi e' e cosa gli e' successo, cercate nella rete: e' una storia che vale la pena conoscere.
E voglio rubare anche un'immagine:

 

L'amico che l'ha pubblicata la dedica al governo greco, augurandosi di vederlo presto nelle stesse condizioni.
Io rilancio dedicandola anche al governo italiano attuale e passato, la speranza va sempre alimentata nel cuore.
Buon San Valentino a tutti.