mercoledì 21 marzo 2012

Primavera?

21 marzo, primavera.
In realta' dal momento che il 2012 e' un anno bisestile, sembra che l'equinozio di primavera sia stato ieri.
Vabbe', chissene....non e' che fra ieri ed oggi la differenza di durata delle luce sia stata cosi' diversa....il sole dovrebbe essere entrato nell'Ariete, e devo ricordarmi chi dei miei amici e' di questo segnaccio cornuto e cocciuto e testone come pochi per fargli gli auguri....mia cugina Elena e' del 15 aprile (mi sfugge l'anno), il mio amico Gianni e' del 31 marzo, per tutti gli altri per fortuna c'e' Facebook, ed un augurio non si nega a nessuno.
Nel calendario rivoluzionario francese, il primo giorno di primavera coincideva con l'inizio del mese di Germinale.
Germinal e' anche il titolo di un bellissimo romanzo di Emile Zola
 

da cui e' stato tratto un bel film che ebbi la fortuna di vedere in lingua originale appena uscì e di rivedere un paio d'anni dopo doppiato. Vi consiglio sia il libro (come tutti quelli di Zola, soprattutto il ciclo dei "Rougon-Macquart") che il film, uno dei pochi tratto da un romanzo che non mi abbia fatto intristire rispetto allo scritto da cui e' stato tratto...
Germinal e' un libro duro, difficile, violento...parla di operai e di lotte, e non di quelle cosine da bambocci tipo "occupy qualchecosa", queste sono lotte dure, condizioni di lavoro terrificanti, miserie umane raccapriccianti...
Un mio vecchio amico, che forse leggera' questa stupidaggine (ma ne dubito), oggi ha postato una delle scene piu' violente del film...l'ho rivista con grande piacere, per quanto non ami particolarmente (anzi, per nulla), le violenze, le vendette, le cattiverie e le angherie....ma questa scena e' di quelle che fanno sognare:


Germinal - la morte del padrone


La donna anziana che tira fuori il coltello e fa quello che tante donne hanno sognato di fare, quella che riempie di terra la bocca del padrone, l'esibizione del "trofeo" sotto gli occhi attoniti degli operai, che come uomini sicuramente si sentono toccati dall'odio delle donne. 
Se siete donne, e vi siete scontrate con la violenza sessista dei maschi ed avete subito le loro gradevoli attenzioni, credo che questa scena vi piacera'...poi sicuramente vi vergognerete di questa emozione, ma sono certa che per un attimo almeno e' stato un brivido di puro piacere. Per me e' stato ed e' cosi', e non me ne vergogno neanche. Dovessi fare la lista dei nomi a cui riserverei volentieri e personalmente quel trattamento, finirei domattina. Forse.
A cominciare da quel vecchio essere schifoso, un medico nutrizionista cui mi rivolsi da ragazzina per uno dei miei tanti tentativi di dieta...mi diede molti consigli e mi segui' assiduamente, mi piaceva molto, lo sentivo paterno....la dieta riusci' e tornai faticosamente ad un peso quasi normale...ero abbastanza carina, io mi vedevo come non mi ero mai vista prima, mi sembrava di essere una meraviglia...in realta' probabilmente dovevo essere solo un stupidotta polpettosa carina come quasi tutte le ragazzotte di quell'eta'sono, ma a me chissa' che sembrava...
Andai per una visita di controllo al suo studio con quelle cose che non mi ero mai potuta permettere, e che spinta da un'onda di entusiasmo mi ero comprata: minigonna, maglietta scollatissima, tacchi alti...dovevo sembrare una prostituta grassottella vestita da un pappone ubriaco, ma vabbe'...consueta visita, bilancia, tanti complimenti, ma come sei carina, sentiamo il fegato, stenditi sul lettino....ed una mano a bloccarmi la testa, una lingua cacciata a forza in bocca.
Sono rimasta un attimo senza respiro, poi ho cominciato ad urlare e divincolarmi...
Il vecchio maiale non se l'aspettava...evidentemente per lui mi ero vestita da idiota per sedurlo....
Fine della visita, fine della dieta, i vestiti da cretina velocemente nel cassonetto, una sensazione di schifo che a distanza di soli 28 anni non mi abbandona....e si e' trattato semplicemente di un bacio.
Mi chiedo come puo' sentirsi una donna che e' stata violentata, spogliata, picchiata, magari da una brancata di bravi ed atletici fanciulli....
Non riesco a rispondermi, ma con tutta la mia lotta a favore dei detenuti e la mia profonda avversione per i forcajoli e chi vorrebbe farsi giustizia da solo, ed incita allle violenze contro gli stranieri che "ci violentano le NOSTRE donne" (violentate le vostre, che alle nostre ci pensiamo noi...magari facciamo cambio dopo un po'), non riesco a sentirmi per nulla offesa da questa scena cosi' violenta.
Buona primavera, e buon Germinale...