domenica 8 aprile 2012

d'uova ed agnelli

Eccola, qui, la primavera...piovosa e freddognola, forse, ma e' arrivata. Molto prima che se ne accorgessero gli esseri umani, se n'era accorta la natura: le giornate si allungano, la vegetazione si sveglia, nascono i cuccioli degli animali, in generale l'energia e l'umore sono alti e positivi per tutti. La pasqua cristiana e' l'unica festa mobile fra le feste religiose, prima domenica dopo il plenilunio successivo all'equinozio di primavera. Una delle tante feste legate ai cicli della natura di cui si sono appropriate le religioni varie, mantenendo tradizioni arcaiche (gli agnellini e le uova) risalenti ai primi allevatori/agricoltori che finalmente uscivano dagli stenti dell'inverno.

 
La primavera, la rinascita, il risveglio della natura hanno ispirato molti artisti, in questo momento di relax dopo la consueta terrificante devastazione prandiale di Pasqua, con agnellini belanti e porcellini di latte che stanno piangendo nel mio stomaco (mi dispiace, ragazzi, ma siete morti per una buona causa...eravate magnifici), mi sto ascoltando il brano forse piu' famoso legato alla primavera:

Antonio Vivaldi - La Primavera

 è un concerto per violino, archi e clavicembalo...premetto che di musica classica, di qualunque tipo ed epoca, ne capisco veramente poco...il violino ce lo sentivo benissimo, gli archi ed il clavicembalo...oddio, ad essere franchi non ho una grande idea di cosa sia un clavicembalo, andro' a leggere...
Ma la di la' di tutto (ignoranze comprese), questo brano famosissimo per me e' uno dei piu' evocativi in assoluto.
Quindi, buon ascolto e buona Primavera...se qualcuno volesse farmi notare che oggi sarebbe un'altra festa e che la primavera e' iniziata piu' di 2 settimane fa, beh, che dire? La festa della primavera e' oggi, che poi si chiami in un altro modo conta il giusto...uova ed agnelli, verdure fresche e lunghe giornate, ed il dolce dormire chee' proprio di aprile....
Buona festa di Primavera.