domenica 13 maggio 2012

mamma...

un paio di settimane fa ho fatto una breve vacanza a Dusseldorf, Germania....
Una bella citta', allegra, vivace, con un centro storico veramente molto carino, pieno di vita e di locali...sono capitata in uno di quei rari momenti in cui in Germania c'e' stato il sole, si stava benissimo, il lungoReno sembrava un po' la passeggiata di Viareggio, mi sono fatta anche una bella gita in battello sul fiume, sono salita sulla torre della televisione, e soprattutto ho fatto una bella scorpacciata di musei.
Il sabato sera c'era la "notte bianca", organizzata molto meglio che dalle nostre parti (i tedeschi non mi stanno simpatici, ma come organizzazione vanno lasciati stare...)
Non ho potuto fare molte foto perche' avevo lasciato a casa il caricabatterie della macchina fotografica, che ovviamente dopo mezz'ora e' deceduta...fa nulla, tornero' da quelle parti...se volete vedere le poche immagini che ho fatto, questo e' il link: Foto Dusseldorf
Bellissimo il museo delle ceramiche, bello quello dedicato all'ultima guerra mondiale, semplicemente stupendo quello di arte moderna....
Ci sono stata dentro piu' di due ore, c'era una mostra tematica dedicata ell finestre (una cosa particolare), e poi mi sono bevuta tutto il resto.
Fra le molte, bellissime opere esposte, una mi ha colpita in particolare...
Confesso, non conosco molto bene Max Ernst e la sua opera, questo quadro non l'avevo mai visto....Mi ha colpita profondamente...
Oggi e' la festa della mamma...
La Festa della Mamma è nata 140 anni fa, come giorno in cui onorare l’impegno delle madri per la pace. La “Festa della Mamma”, o più esattemente il “Giorno della Madre”, nasce infatti dall’appello di Julia Ward. Julia era nata a New York il 27 maggio 1819 ed era sposata con Samuel Gridley Howe, medico e riformatore sociale. Per tutta la vita Julia lottò contro la schiavitù, per i diritti delle donne, l’eguaglianza e la pace mondiale.
Mi e' tornato in mente questo quadro che mi e' rimasto cosi' profondamente impresso...
Buona festa, mamme e prima ancora donne: femmine un giorno e poi madri per sempre...

Fabrizio De Andrè - Ave Maria