lunedì 5 settembre 2011

In una nube sulfurea ho visto i demoni (una mattina mi son svegliata...)

Oddio, ma non c'era stato il crollo del turismo nordeuropeo in Toscana?
Non conosco i numeri, e manco ho voglia di cercarli, ma devo dire che ho un'impressione molto diversa...
Domenica cosi' cosi' al Campo Regio, solicchio nuvoloso, vento, voglia di pioviggine...insomma, stare in spiaggia non sa di nulla...e visto che qualcosa da fare si trova sempre in Maremma, si fa un salto a Saturnia...
No, non le costosissime, elegantissime, VIPpissime Terme....ma per carita', le lascio ai quattrinai.
Noi si va alle popolari, alternative, fricchettone e gratuite cascatelle del Mulino.
cascate del mulino 
Ho dei ricordi di Saturnia che risalgono all'infanzia....beh, e' dal 1974 che si frequenta il Campo Regio, sapete quante volte siam passati da Saturnia?
Se non conoscete le acque sulfuree di Saturnia, e' un casino...le conoscevano gia' gli Etruschi, giustamente, poi gliele fregarono i Romani, poi nel tempo ci son passati tutti....
Acque che sgorgano a 37°-38° gradi, piene di zolfo che si sente il gradevole odore di uova marcie da 10 km, dalle innumerevoli proprieta' curative, ma anche se non avete nulla da curarvi, stare in ammollo al caldo, sbatacchiati dalla corrente e ramazzolati dalle cascate (e se non state attenti la corrente vi porta via di peso), vi fara' passare di corsa qualunque stress e giramento di coglioni vi troviate addosso....
Quindi, ierimattina (tardi...) si parte...
Sulla sorgente di Saturnia, proprio dove sgorga l'acqua, ci si entra solo a pago....eh, via, perche' mai dovrebbe essere gratuito un bene naturale antico che esiste da quando c'e' la Maremma...giusto che lo sfruttino i privati, mica e' dei toscani tutti (e del mondo, ci mancherebbe...)...
Per grazia, pero', hanno lasciato al popolino la possibilita' di ammollarsi nel fiumiciattolo che formano le puzzolentissime acque quando sbucano dalla piscina VIPs, che passano per un canneto e poi cominciano a cadere lungo il costone...nei secoli, hanno formato una serie di vasche rotondeggianti e piccole cascatelle, ci avevano costruito un mulino non so in che anni, ma ora e' chiuso ed in ristrutturazione (e questo mi puzza tanto di privatizzazione e pagamento anche per le cascatelle...spero di sbagliarmi...)
E' uno dei luoghi piu' suggestivi della Maremma, e se vi capita di passarci una nottata, magari la notte di Capodanno come ho fatto io nel 1987, ve ne ricorderete...ma anche una notte qualunque va bene, con la luna piena o completamente al buio, d'inverno anche, se volete, c'e' il campo dove si possano mettere le tende e il vapore che sale dall'acqua che e' uno spettacolo da mozzare il fiato...
Ieri era una qualunque domenica di fine estate, e c'era pieno di gente, come prevedibile....vabbe', si sapeva, un posticino si trovera'...si parcheggia anche abbastanza vicino, e si comincia a notare le targhe delle macchine...oddio, e tutte queste "D"? O che son tornati i tedeschi in Toscana? Ma non dicevano tutti che s'erano disamorati, troppo cara, i toscanacci troppo poco socievoli (in effetti...), pochi servizi, disorganizzazione....o che un li leggano i giornali questi?
S'entra in acqua, e la cosa e' ancora piu' evidente...a parte qualche coatto romano, i krukki sono una quantita' spaventosa......il mio autista preferito, con nonchalance, mi dice: "Mi sa che il marco e' forte quest'anno..."....mi sa che e' vero, anche se e' morto da 10 anni, il marco tedesco sta sempre parecchio meglio di qualunque cosa ci sia in Italia.
E vabbe', teniamoci i turisti...e teniamoceli anche cari, visto che alla fine, se non ci fossero loro...
Bona gente, alla prossima!