giovedì 4 agosto 2011

Si chiamavano Feste dell'Unita'....

adesso credo si chiamino Feste Democratiche, ma preferisco non vedere....hanno fatto comunque bene a cambiargli nome, l'Unita' era un giornale serio di un partito serio, quello di adesso lasciamo perdere...
Comunque, sono sempre una certezza quando arriva l'estate...si mangia quasi sempre bene, c'e' sempre qualche gruppo interessante che suona, c'e' la libreria (coi soldi che ho lasciato alle librerie delle feste dell'Unita avrei potuto comprare un paio di case, ad occhio e croce...), talvolta ci sono persino dibattiti interessanti, spesso c'e' il cineforum, ci sono stand e bancherelli sui quali e' piacevole attardarsi, la sera...
Alcune sono storiche, e per me appuntamenti fissi (Sesto a giugno e Legri a luglio), quella di Firenze ha cam,biato sede e periodo diverse volte, poi ce ne sono tante in giro per la Toscana che ogni tanto fa piacere scoprire....insomma, il popolo della "sinistra" si da sempre da fare...peccato la dirigenza sia per la maggior parte un raccattaticcio di gente che starebbe meglio a zappar la terra (a cominciare da quel PierMatteo Renzi che ho avuto il piacere di NON votare, visto che quando fu eletto ero ancora residente a Firenze....la scheda elettorale fini' nella spazzatura, con immenso dispiacere, rabbia e delusione....)
ma frequentare queste festicciole e ricordarsi che qui siamo in territorio indiano (pieno di musi rossi) e' sempre un piccolo, grande piacere...
Certo se ripenso a quello che era il PCI...

...ed a quello che era l'Unita'...


....meglio non pensarci...

Modena City Ramblers - I funerali di Berlinguer